il Blog di Stannah

Blog

Viaggi over 60… con le antologie scolastiche!

Emilio Salgari ce l’ha dimostrato: per conoscere un mondo lontano, non serve per forza prendere un aereo. Con l’immaginazione noi esseri umani possiamo andare dappertutto, come sanno bene i bambini quando fanno ruotare il mappamondo. Oltretutto, non è necessario diventare noi stessi i protagonisti di viaggi inventati o reali, ma possiamo sempre affidarci alle parole altrui. I libri, celebrati nella Giornata mondiale del prossimo 23 aprile, hanno lo straordinario potere di farci partire pur restando fermi, un’esperienza più facile da compiere dopo i sessant’anni, come sostiene Paolo Ferrario nell’articolo pubblicato oggi nell’area Magazine, settore Letture.
A quell’età, dice infatti l’esperto, dovremmo avere più tempo da dedicare a noi stessi, riscoprendo, magari, autori e testi dei tempi della scuola.
Il nostro sociologo ci conduce, così, in un affascinante itinerario tra le antologie degli anni Cinquanta e Sessanta, testimonianze di un tempo in cui si mandavano a memoria brani difficilissimi per menti molto giovani, nella convinzione pedagogica che bisognasse elevarsi fino ai vertici della cultura quando ancora si indossavano i grembiuli.
Rileggere quei testi da “prevecchi”, considera Ferrario, può essere un esercizio benefico per persone ormai liberate dal terrore di fallire un’interrogazione scolastica.
Voi che cosa ne dite? Vi piacerebbe riaprire i vostri testi di scuola? Oppure temete tuttora di risvegliare brutti ricordi? Diteci la vostra e buone letture!

Leggi l’articolo di Paolo Ferrario

4 risposte a Viaggi over 60… con le antologie scolastiche!

  • Mi è capitato ultimamente un mio vecchio sussidiario, è stato come fare un viaggio nel passato, mi è tornato in mente tutto i segni lasciati le pagine scaraboccchiate come e perchè, un’esperienza che consiglio

  • grazie per il commento, gunther
    mi confermi questo sentimento veramente forte e profondo che arriva quando si ri-torna, quando si ri-legge.c’è qualcosa di molto necessario per il nostro sè nel fare questi “esercizi sui sussidiari”
    se tornerai racconta i temi e gli autori trattati il quei libri scolastici. E’ vero che è una grande occasione di imparare ancora su queste vecchia antologie?
    un caro saluto

  • Ho letto l’articolo sul valore psicologico che può avere a 60 anni tornare a leggere i nostri vecchi libri scolastici e sono assolutamente d’accordo.E’ come fare un viaggio a ritroso nel tempo alla ricerca delle nostre radici,può essere una cosa piacevole ma sopratutto non inutile perchè credo abbia anche una valenza curativa…
    Da tempo cerco disperatamente in rete la mia vecchia antologia delle medie,che mi ha insegnato ad amare la letteratura e in particolare la poesia.Il titolo era…

  • Gentile Lucia Mariani,
    il suo commento, probabilmente, ci è giunto incompleto. Se vuole provare a rimandarci il titolo della sua vecchia antologia, lo leggeremo più che volentieri, partecipando con lei al suo viaggio nel passato.
    Buone ore e grazie della visita!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>