Blog-Stannah-montascale-leader-montascale-poltroncina

Venerdi 9 settembre 2011, ore 8.30: Stuart, il capitano della barca che per dodici giorni ha aspettato, insieme ai quattro staffettisti italiani, di partire per accompagnarli nell’impegnativa impresa della traversata del Canale della Manica, informa i nostri amici che finalmente il momento è giunto, le condizioni climatiche permettono finalmente l’avvio della gara.
Dopo tanti giorni di attesa, dopo false partenze e vane speranze, le sue parole risuonano nelle orecchie dei quattro nuotatori come una benedizione, e nel giro di pochissimo tempo sono tutti pronti per partire. Alle ore 10.42 di quella fortunata mattina, Daniele, parte del Team Stannah Italia presso l’area progettazione, Clemente, Walter e Alessandro partono dalle spiagge di Samphire Hoe, a pochi chilometri dal paesino di Folkestone, dove hanno soggiornato fino a quel momento, alla volta della costa francese, che si scorge a malapena in lontananza.
Ecco com’è andata:
l’impresa è durata 12 ore e 39 minuti. Il freddo è stato il principale nemico dei nostri delfini, che si sono confrontati con i 16 °C delle gelide acque della Manica (per darvi un’idea, l’acqua di una normale piscina misura intorno ai 27/28 °C),
e una temperatura esterna di appena 17°C. Non sono mancate inoltre spiacevoli sorprese, come il transito di un branco di meduse all’interno del quale lo sfortunato Clemente si è ritrovato, suo malgrado, a doversi districare, e gli inconvenienti causati dall’andamento della marea, contro la cui forza l’uomo non può fare nulla, se non lasciarsi guidare da essa.
Ognuno di loro ha nuotato un’intera ora prima di dare il cambio al compagno, e così hanno fatto per tre volte. Unica regola: vietato anche solo appoggiarsi al fianco della barca, pena l’annullamento della gara.
Infine, stremati dal freddo, dalla fatica e dal mal di mare che non ha risparmiato nessuno, sono approdati sulle spiagge francesi alle ore 23.16, ora in cui il giudice di gara, che ha seguito di persona il corretto svolgimento della stessa, ha dichiarato compiuta l’impresa ad opera della prima staffetta italiana.
Stanchi ma felici sono tornati quindi vittoriosi in Italia.

Stannah in tutto questo  ha voluto essere presente, supportando anche economicamente l’impresa diventandone sponsor. Ha creduto in Daniele e lo ha seguito costantemente in questa sua esperienza, da lui fortemente voluta, sempre nell’ottica di quello spirito di squadra insito nella filosofia dell’azienda.

Per conoscere tutti i dettagli di questa avventura e per visionare tutte le foto del team italiano, sponsorizzato da Stannah, visita la nostra pagina Facebook.
Continuate a seguirci e…buona lettura!