Muoversi-Insieme-Stannah-montascale-mobilità-invalidi

Il gusto preferito dagli italiani? Il cioccolato… viene scelto da quasi uno su tre …. seguito poi da nocciola, limone, fragola, crema.
E a chi non piace il gelato? Solo al 5% degli italiani. Tutti gli altri possono scegliere liberamente tra gusti più tradizionali e più innovativi: infatti, grazie  alla  creatività dei maestri gelatai, nelle oltre 36 mila gelaterie artigianali italiane sono presenti quasi 600 gusti.
Anche l’industria alimentare ha investito molto in questi anni per proporre al consumatore nuove combinazioni di gusti resi più particolari da abbinamenti con creme, frutta secca, biscotti.
La scelta tra gelato industriale e artigianale infatti non sempre è facile: il gelato industriale è sempre lo stesso da Aosta a Palermo, mentre ogni gelateria prepara il “suo” gelato e sta a noi capire se quel prodotto è di qualità. Ambienti puliti, utilizzo di ingredienti freschi, esperienza diretta e ovviamente gusto sono aspetti da tener presente quando scegliamo la nostra gelateria “preferita”.
A proposito di gusto: avete notato che il gusto del gelato si comincia a percepire man mano che il gelato si scioglie in bocca? Questo perché la sensibilità delle papille gustative presenti sulla lingua diminuisce con il freddo ed essendo il gelato sotto zero deve essere “scaldato” in bocca per gustarlo al meglio.
Il gelato oggi si consuma tutto l’anno, anche se ovviamente in estate, soprattutto nelle giornate calde e afose, mangiare un buon gelato ci fa sentire meglio: è rinfrescante e facilmente digeribile.
Il momento migliore dalla giornata per consumarlo? Sicuramente nel pomeriggio come merenda per nonni e bambini, ma anche come dopo cena, se il pasto però non è stato troppo ricco.
Non è invece consigliabile mangiare un gelato come sostituto del pasto perché, dato il suo basso potere saziante, dopo un’ora è facile avere ancora fame. Una soluzione è scegliere prima del gelato dei contorni a base di verdure crude e della frutta, alimenti che grazie al loro contenuto di fibra creano una maggiore sensazione di sazietà. 
Il gelato fa bene a tutte le età, ma in particolare nel caso di inappetenza e scarso appetito, abbastanza comune nella persona anziana soprattutto in estate, questo alimento può completare la dieta grazie al suo contenuto in proteine, zuccheri e grassi.
A livello industriale, ma ancora di più a livello artigianale, le ricette per preparare il gelato possono essere moltissime e per questo il suo valore calorico e nutrizionale dipende da quali e quanti ingredienti sono stati utilizzati.
Per semplificare possiamo comunque differenziare questo alimento in due categorie: i gelati alla crema a base di latte, panna, zucchero con o senza uova e quelli alla frutta che contengono acqua, zucchero e purea di frutta con o senza latte. Solitamente i gusti alla crema forniscono più calorie rispetto a quelli alla frutta, per esempio 100 grammi di gelato confezionato al cioccolato forniscono circa 230 calorie, mentre la stessa quantità di gelato alla frutta ne fornisce circa 160.
Esistono anche i sorbetti che come dice il nome si possono quasi bere: sono costituiti da acqua, zucchero e frutta e hanno una consistenza più liquida.
Oltre a questi ingredienti di base vengono solitamente impiegati alcuni additivi per emulsionare e per stabilizzare meglio la miscela, per aromatizzare o per colorare; quindi leggiamo l’etichetta per verificare la presenza di queste sostanze, soprattutto se non necessarie come i coloranti.
Come deve essere conservato il gelato a casa? Ovviamente nel freezer ricordando che quello artigianale è più delicato e dovrebbe essere consumato entro 3-4 giorni dall’acquisto: questo perché col tempo tende a perdere quella cremosità e morbidezza che lo caratterizza, in termini tecnici la cosiddetta mantecatura. Se poi la vaschetta di gelato viene portata a temperatura di consumo e poi rimessa nel freezer per più volte il gelato si secca e forma piccoli cristalli di ghiaccio in superficie che peggiorano le sue specifiche caratteristiche organolettiche.
E il gelato fatto in casa? Non è difficile da preparare se si ha una buona gelatiera, anche se i tempi di preparazione sono un po’ lunghi, con la soddisfazione però di aver scelto noi gli ingredienti per offrire un dessert sano e goloso a noi e alla nostra famiglia.